15 cose da fare

6 Ago , 2018 Salento da scoprire

15 cose da fare a Leuca (riviste da me)

Ripartire da Leuca senza aver letto questa lista, si può fare. Ma si rischia di perdere le cose fondamentali, quelle che solo un salentino può consigliare poichè le conosce e le vive tutto l’anno. Faro, Basilica, piazza, Belvedere sulla baia e sul tramonto, scalinata monumentale (che diventa una cascata a volte, quando aprono il terminale dell’acquedotto pugliese): sono a due passi da casa, per raggiungerli basta attraversare il cancelletto in pineta.
1. Partiamo dalla colazione, per iniziare bene la giornata non vi serve altro che bere un buon caffè, magari Quarta e nella sua variante in ghiaccio e latte di mandorla, e accompagnarlo a un pasticciotto, il dolce tipico del Salento di pastafrolla e crema pasticcera. Prendetelo con calma, qui nessuno ha fretta di esistere.
2. Scegliere Ionio (spiaggia) o Adriatico (scoglio) in relazione al vento che soffia e al mare. Un must: ti alzi e scegli. Puoi vedere prima su http://www.365giornisalento.it/it/m alla sezione webcam e decidere.
3. Passeggiare in spiaggia nelle prime ore del mattino quando tutto è tranquillo e la pace è immediata.
4. Trascorrere un’intera giornata al mare, magari alle Pescoluse: acqua cristallina, spiaggia da favola. Pranzo al sacco, pomeriggio da sfinimento con pisolino annesso, rientro a tramonto inoltrato. Questo è relax

5. Procurarsi in edicola il cartaceo di uno tra www.quisalento.it – www.salentointasca.it – www.lecceprima.it/eventi – www.pugliaevents.it

6. Almeno una volta mangiare:

Bruschetta preparata con la “Ricotta Scante” (forte) e le alici
Pittule, discrete e semplici, ti stupiscono sempre. La ricetta è quasi banale, acqua farina e lievito (piatto tipicamente autunnale ma rispolverato in grande stile nelle sagre salentine).
Frisa con i pomodori e l’olio nostrani. Provare per credere
Rustico, tipicamente salentino, si trova in ogni bar e rosticceria
Mangiare in una trattoria tipica nei centri dell’entroterra salentino e lasciarsi conquistare dalla bontà dei piatti e dalla gentilezza dei gestori. Degustare del buon vino negroamaro o primitivo salentino.

7. Ammirare il tramonto alla punta Ristola a Leuca. Visitare Leuca Piccola a Barbarano e La Centopietre a Patù. Immergersi nelle sorgenti di acqua dolce a Torre Vado, un frigidarium naturale tra gli scogli in riva al mare.
8. Visitare le grotte in barca da Leuca (Giovanni 338/1184414) o da Tricase porto (Giuseppe 389/6710614 ne vale la pena).
9. Visitare il centri storici di Specchia, Tricase e quello di Presicce, tra i borghi più belli d’Italia.
10. Versante Adriatico fare il bagno al Ciolo (ponte che attraversa un’insenatura meravigliosa noto anche per la presenza del
Gibò, conosciuto per la raffinata musica live. Da qui passo dopo passo, sulla linea di confine tra la terra e il mare, tra le rocce scoscese e il blu intenso del mediterraneo, si percorre a piedi il Sentiero delle Cipolliane, un percorso naturalistico spettacolare che si snoda lungo un paesaggio mozzafiato a picco sul mare con splendide vedute sulla linea della costa, speroni rocciosi cosparsi di euforbia e fichi d’india. Un susseguirsi di testimonianze di un vita contadina oramai dimenticata: pajare, muretti a secco e mantagnate, mura di pietre realizzate per riparare la zona costiera, un tempo coltivata, dal vento proveniente dal mare, carico di salsedine. Poi Novaglie e il suo porticciolo dei pescatori, Marina Serra (con la sua piscina naturale), Tricase Porto, Castro. A Santa Cesarea bellissima la Villa Sticchi ottocentesca di stile moresco. Litoranea spettacolare e bagno nell’insenatura di Porto Badisco (Virgilio vi descrive lo sbarco di Enea!!)

11. Otranto: Il faro della Palascìa, punta più a Est d’Italia, da poco ristrutturato, si accede dalla litoranea attraverso una mulattiera che scende fino al mare. Bagno alla spettacolare alla Baia dei turchi e poi passeggiata per il centro storico tra casette bianche e bastioni, imperdibile la visita alla Cattedrale dei Martiri. Lago di Bauxite (zona Orte – Otranto)

12. Visitare Lecce e ammirare la bellezza del suo Duomo di sera. Un colpo d’occhio. Le luci, l’atmosfera, il campanile. Passeggiare per i vicoli di Lecce di notte che per molti è ancora più bella che di giorno. Obbligatorio: il rosone della Basilica di Santa Croce, meraviglia a cielo aperto

13. Fare almeno una tappa della Notte della Taranta. Ad Agosto ce ne sono più di 15. Almeno una volta bisogna provarla, e lasciarsi contagiare dal ritmo

14. Vedere le luminarie note a livello internazionale della Festa di Santa Domenica a Scorrano

15. Non importa se sei in macchina, se vuoi sentire tutto il gusto delle campagne devi necessariamente prendere un vecchio convoglio delle Ferrovie Sud Est, con i vecchi sedili di pelle, e dal tono distrattamente vintage. Sono treni in cui il tempo si dimentica e si sente forte l’odore dell’afa, si passa in processione per tutti i paesini e c’è sempre qualcuno che si addormenta.

Quando piove (ringrazio Vincenzo Santoro, Eleonora Bianchi e Giuseppe Ferrarese)

Visitare musei (almeno il Castromediano e l’archeologico di Ugento, meritano) e chiese (imperdibile, Santa Caterina d’Alessandria a Galatina e sulla strada la Pasticceria Ascalone dove si dice che sia stato inventato il pasticciotto), farsi un giro nei centri storici (con “precipitazioni deboli” si può fare, basta dotarsi di ombrellino). In edicola QuiSalento per scoprire qualche proposta di spettacolo sfiziosa al chiuso… e poi, naturalmente, degustare vini e cucina tipica…

A Porto Cesareo c’è il museo di biologia marina Pietro Parenzan, per i più piccoli e non solo. Aggiungo il museo civico di Paleontologia e Paletnologia di Maglie, il museo con gli affreschi staccati bizantini e il museo messapico di Poggiardo. Oppure fate un giro nella Muro Leccese medievale, castello con museo incluso, o anche più vicino a Tricase: Piazza Pisanelli, Palazzo Gallone, Chiesa di San Domenico, Chiesa dei Diavoli, Cripta Basiliana del Gonfalone, Quercia Vallonea (la più vecchia d’Europa del XV secolo).

Belle persone (preciso che non ho alcun rapporto con le persone segnalate, che il mio giudizio deriva essenzialmente da esperienza personale. Anzi in alcuni casi queste persone nemmeno mi conoscono!)

Escursioni, passeggiate e trekking leggero con Associazione Archès Archeologia del Salento

http://www.associazionearches.it – Marco Cavalera 340/5897632

Pescheria Gagliano “Due Mari” via Margherita di Savoia Gagliano Antonio cell. 348/4819051

Supermercati Sigma ed Eurospin Gagliano

Macelleria Albano Antonio Piazza Immacolata, 4 Gagliano tel. 0833/548223 oppure Franco Cianfa sempre a Gagliano in corso Umberto I, 15 cell. 347/7736263

Trattoria Rua de li travaj a Patù, cucina tipica Gino 349/0584531

Agriturismo Serine cucina tipica Fabrizio tel. 0833/751337 – 339/6026307

Hosteria Del Pardo via Doppia Croce, 17 tel. 349 286 2788

Tora Pizza & Cucina Felloniche tel. 0833/767826

Trattoria Fedele (pesce) zona porto vecchio Leuca tel. 0833/758732

Escursioni alle grotte da Torre Vado Biagio Tour 339/4276320

Noleggio barche e gommoni a Leuca Colaci Nautica Giovanni tel. 338/1184414 – 0833/758609

Turismo rurale e Olio extra vergine d’oliva bio (contenuto altissimo in polifenoli, sapore deciso) e mandorle:

Maria Consiglia Lisi 340/3450318

Tiziana Pepe Oju 349/4534309 extravergine estratto a freddo da olive picholine de languedoc macinate a pietra

Visite in aziende agricole e masserie didattiche in campagna www.cooperativaterrarossa.org

Passeggiate, luoghi, storie, persone, relazioni, conoscenza: La Scatola di Latta, Gianluca Palma 3395920051

Anna e Claudio Parrucchieri Via Quinto Ennio, 98, 73030 Marina di Leuca (LE)

https://goo.gl/maps/iAw4tY3EVYA2

tel. 0833/758729


Mancarella Anna Maria Corso Umberto I, 10, 73040 Salignano (LE)

https://goo.gl/maps/AK1FsdBE48C2

tel. 0833/750140
Utility

Tessitura Calabrese Tiggiano www.tessituracalabrese.it 0833/531132

Agostino Branca il maestro di Tricase che lavora la ceramica 0833/545120

Notte Verde a Castiglione di Andrano il 31/8

Mercatino del Gusto Maglie www.mercatinodelgusto.it

Salento International Film Festival Tricase www.salentofilmfestival.com

Li Ucci Festival 9-15 settembre 2018 Cutrofiano www.liuccifestival.it

Sagra del pesce spada Gallipoli primi di settembre sul lungomare

Share and like on
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *